+39 0575 295 691 info@studiopaci.it

Progettazione e realizzazione di edifici residenziali al di sopra di piastre simicamente isolate nella regione Abruzzo – Presidenza Consiglio dei Ministri – Dipartimento Protezione Civile

Il progetto ha portato alla realizzazione di sette edifici composti da 27 appartamenti ciascuno. Gli edifici sono realizzati con alta tecnologia e rispondono a criteri antisismici ed ecologici. E’ stata scelta una tecnologia innovativa con alte potenzialità tecniche e strutturali che si basa sull’utilizzo di pannelli composti da strati di tavole di legno massiccio. Questa tecnologia assicura la costruzione di edifici multipiano in brevi tempi con alti standard di qualità. E’ stata studiata una tipologia di edificio con una forte identità estetica, ottenuta grazie a soluzioni articolate sotto il profilo degli elementi esterni, della composizione volumetrica e delle variazioni cromatiche.

Tutto l’edificio (compreso i vani scala, i vani ascensore e i solai di interpiano e di copertura) è realizzato interamente a struttura di legno con pareti portanti costruite da pannelli di legno massiccio a strati incrociati, formati da diaframmi costruiti da pannelli molto rigidi e resistenti solidarizzati fra loro mediante collegamenti meccanici.

L’edificio risulta possedere elevate caratteristiche di coibentazione grazie all’utilizzo del legno come struttura portante e di grandi spessori di lana di roccia come coibente.

Il fabbricato è stato certificato da enti terzi non soltanto in riferimento alla classe energetica, ma anche in funzione del protocollo ITACA ed i risultati ottenuti sono stati eccellenti.

Ai diversi livelli di progettazione, da quella urbanistica preliminare a quella esecutiva degli edifici, fino alla progettazione delle aree a verde, gli aspetti connessi alla sostenibilità ed eco-compatibilità degli interventi sono stati analizzati ed affrontati parallelamente alla definizione delle soluzioni tecniche per la riduzione del rischio sismico. La sostenibilità di un intervento edilizio può essere valutata da due punti di vista: quello della riduzione degli impatti degli edifici sull’ambiente e quello dell’incremento dei benefici per gli abitanti. Questi si traduce nella realizzazione di edifici che consentono una riduzione dei consumi energetici, delle emissioni in atmosfera, dei consumi di materiali da costruzione e di rifiuti di prodotti e un incremento di prestazioni dell’involucro edilizio espresso in termini di miglioramento della salubrità, del confort e del benessere interno degli ambienti.

Oltre all’impianto ad elevata efficienza, sono stati presi altri accorgimenti per aumentare la sostenibilità ambientale del fabbricato.

In tutte le unità immobiliari è stata prevista l’installazione di lavatrici e lavastoviglie con doppia alimentazione d’acqua calda e fredda, per poter utilizzare gli elettrodomestici di ultima generazione a risparmio energetico; tutti i bagni sono dotati di cassette a doppio tasto per il dosaggio dei flussi di scarico e tutti gli erogatori di acqua sono dotati di dispositivi di aereazione per la riduzione dei consumi di acqua potabile.

La soluzione strutturale individuata ha previsto la realizzazione di un sistema sismicamente isolato costituito da due piastre in conglomerato cementizio armato gettato in opera a portata bidirezionale senza alleggerimenti, ciascuna di spessore pari a 0,5 m.

La piastra inferiore assolve la funzione di fondazione e la piastra superiore costituisce il basamento su cui ancorare l’edificio da realizzare, permettendo così un’elevata libertà compositiva.

L’approccio dell’isolamento sismico consiste nel progettare e realizzare una struttura contraddistinta da elevata rigidezza verticale e da un’opportuna flessibilità nel piano orizzontale.

In estrema sintesi i vantaggi connessi al sistema d’isolamento consistono in:

  1. isolamento orizzontale della sovrastruttura in tutte le direzioni, con un innalzamento significativo del periodo proprio delle masse dell’impalcato e con una conseguente sensibile riduzione delle forze sismiche trasmesse alla sovrastruttura;
  2. alta capacità di dissipazione energetica;
  3. progettazione della sottostruttura affinché rimanga in campo elastico per l’evenienza del sisma di progetto, mediante l’applicazione del principio della Gerarchia Delle Resistenze.
  4. totale assenza di danneggiamento dei dispositivi in caso di evento sismico di intensità elevata (pari a quella dello Stato limite di Collasso), con un abbattimento pressoché totale dei costi di riparazione post-evento sismico.

Il progetto ha previsto l’impiego 4856 isolatori sismici utilizzati per la realizzazione di 122 piastre. Gli isolatori utilizzati sono del tipo scorrevole a pendolo, internazionalmente noti come friction-pendulum-system.

Location: Abruzzo
Anno: 2009 – 2010
Committente: Consorzio Stabile Arcale
Team progettazione: Studio Associato Paci.
Prestazione svolta: Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva Strutturale, Architettonica, Impiantistica.